LEZIONE 258

CHE IO RICORDI CHE IL MIO OBBIETTIVO E’ DIO

1.L’unica cosa di cui c’è bisogno è di addestrare la “NOSTRA MENTE” a guardare oltre le piccole aspirazioni senza senso e ricordare che il nostro obbiettivo è DIO. Il “SUO RICORDO” è nascosto nella “NOSTRA MENTE”, oscurato solo dai nostri piccoli obbiettivi senza senso, che non offrono nulla e non esistono. Dobbiamo forse continuare a permettere alla “GRAZIA DI DIO” di splendere nell’inconsapevolezza, mentre al “SUO POSTO” andiamo in cerca dei giocattoli e dei gingilli del mondo? DIO è il nostro unico obbiettivo, il nostro unico amore. Non abbiamo altro scopo che ricordarlo.
2.IL NOSTRO OBBIETTIVO E’ SOLTANTO DI SEGUIRE LA VIA CHE CONDUCE A TE. NON ABBIAMO ALTRO OBBIETTIVO CHE QUESTO. COS’ALTRO POTREMMO VOLERE SE NON RICORDARTI? COS’ALTRO POTREMMO CERCARE SE NON LA NOSTRA IDENTITÀ?

 

Per le istruzioni delle lezioni di questa seconda parte degli Esercizi di “Un Corso in Miracoli” fai riferimento alla Lezione 221

Per il testo sul Peccato, a cui queste lezioni fanno riferimento, vedi la Lezione 251 

Se desideri ricevere le lezioni di “Un Corso in Miracoli” direttamente nella tua casella di posta elettronica, iscriviti qui al servizio https://marinadiwan.com/un-corso-in-miracoli/