LEZIONE 259

CHE IO RICORDI CHE IL PECCATO NON ESISTE

1. Il peccato è “L’UNICO PENSIERO” che fa sembrare irraggiungibile l’obbiettivo di DIO. Cos’altro potrebbe renderci ciechi a “QUELLO” che è ovvio e farci sembrare più chiaro quello che è strano e distorto? Cos’altro se non il peccato dà origine ai nostri attacchi? Cos’altro se non il peccato potrebbe essere “LA FONTE” della colpa e richiedere punizione e sofferenza? E cosa se non il peccato potrebbe essere la fonte della paura che oscura la “CREAZIONE DI DIO”, dando all’amore gli attributi della paura e dell’attacco?
2. PADRE, OGGI NON SARÒ FOLLE. NON AVRÒ PAURA DELL’AMORE, NE’ CERCHERÒ RIFUGIO NEL SUO OPPOSTO. POICHÉ L’AMORE NON PUÒ AVERE OPPOSTI. TU SEI LA FONTE DI TUTTO QUELLO CHE ESISTE. E TUTTO QUELLO CHE ESISTE RESTA CON TE E TU CON ESSO.

 

Per le istruzioni delle lezioni di questa seconda parte degli Esercizi di “Un Corso in Miracoli” fai riferimento alla Lezione 221

Per il testo sul Peccato, a cui queste lezioni fanno riferimento, vedi la Lezione 251 

Se desideri ricevere le lezioni di “Un Corso in Miracoli” direttamente nella tua casella di posta elettronica, iscriviti qui al servizio https://marinadiwan.com/un-corso-in-miracoli/