LEZIONE 281

7. COS’È LO SPIRITO SANTO 

1.Lo Spirito Santo è “IL MEDIATORE” tra le illusioni e “LA VERITÀ”. Dal momento che “EGLI” deve essere come “UN PONTE” che colma il vuoto che separa “LA REALTÀ” dai sogni, la percezione conduce “ALLA CONOSCENZA” attraverso “LA GRAZIA” che DIO gli ha dato, perché fosse il “SUO DONO” per tutti coloro che si rivolgono a LUI in cerca “DELLA VERITÀ”. Attraverso il ponte che “EGLI” mette a disposizione, tutti i sogni vengono portati “ALLA VERITÀ”, per essere dissipati al cospetto della luce “DELLA CONOSCENZA”. Lì le immagini e i suoni vengono messi da parte per sempre. E dove essi venivano prima percepiti, “IL PERDONO” ha reso possibile la tranquilla fine della percezione.
2.”L’OBBIETTIVO” che l’insegnamento dello Spirito Santo si propone è proprio “LA FINE” dei sogni. Poiché le immagini e i suoni devono “ESSERE CONVERTITI” da testimonianze di paura a quelle “D’AMORE”. E quando questo sarà interamente raggiunto, l’apprendimento avrà ottenuto “L’UNICO OBBIETTIVO” che ha in verità. Poiché l’apprendimento, quando lo Spirito Santo lo avrà condotto “AL RISULTATO” che EGLI percepisce in esso, diventerà “IL MEZZO” per andare oltre se stesso, per essere sostituito dalla “VERITÀ ETERNA”.
3.Se TU soltanto sapessi quanto “TUO PADRE” desidera ardentemente che TU riconosca la tua “ASSENZA DI PECCATO”, non lasceresti che la “SUA VOCE” ti chiami invano, ne’ volgeresti le spalle alla “SUA SOSTITUZIONE” delle immagini piene di paura e dei sogni che hai fatto TU. Lo Spirito Santo comprende gli strumenti che TU hai fatto, mediante i quali vorresti raggiungere quello che è per sempre irraggiungibile. E se li offrirai a LUI, “EGLI” impiegherà gli strumenti che TU hai fatto per l’esilio, per riportare la “TUA MENTE” al luogo dove è davvero “A CASA”.
4.DALLA CONOSCENZA, DOVE EGLI E’ STATO MESSO DA DIO, LO SPIRITO SANTO TI CHIAMA, PER PERMETTERE AL PERDONO, DI POSARSI SUOI TUOI SOGNI E RIPORTARTI ALLA SANTITÀ ED ALLA PACE MENTALE. Senza “IL PERDONO”, i tuoi sogni resteranno a terrorizzarti. E il ricordo di tutto l’amore di “TUO PADRE” non tornerà ad indicarti che la fine dei sogni è giunta!
5.”ACCETTA IL DONO DI TUO PADRE”. È UN RICHIAMO DELL’AMORE ALL’AMORE, AFFINCHÉ NON SIA ALTRO CHE SE STESSO. Lo Spirito Santo è il “SUO DONO”, attraverso il quale la tranquillità “DEL CIELO” viene restituita “ALL’AMATO FIGLIO” di
DIO. Rifiuteresti forse di accettare “LA FUNZIONE” di completare DIO, quando tutto quello che EGLI vuole è che TU sia completo?

LEZIONE 281
NON POSSO ESSERE FERITO CHE DAI MIEI PENSIERI
1.PADRE, TUO FIGLIO E’ PERFETTO. QUANDO PENSO DI ESSERE IN QUALCHE MODO FERITO, E’ PERCHÉ HO DIMENTICATO CHI SONO E CHE SONO COME TU MI HAI CREATO. I TUOI PENSIERI POSSONO SOLO PORTARMI FELICITA’. OGNI VOLTA CHE SONO TRISTE O FERITO O MALATO, HO DIMENTICATO QUELLO CHE TU PENSI E HO MESSO LE MIE PICCOLE IDEE SENZA SENSO AL POSTO DEL LUOGO AL QUALE APPARTENGONO I TUOI PENSIERI E DOVE ESSI SI TROVANO.
NON POSSO ESSERE FERITO CHE DAI MIEI PENSIERI. I PENSIERI CHE PENSO CON TE POSSONO SOLTANTO BENEDIRE. E SOLTANTO I PENSIERI CHE PENSO CON TE SONO VERI.
2.Non ferirò “ME STESSO” oggi. Poiché sono ben al di là di ogni dolore. “MIO PADRE” mi ha posto in salvo in “CIELO”, proteggendomi. Ed IO non attaccherò “IL FIGLIO” che EGLI ama, giacché anche IO devo amare quello che EGLI ama.

Per le istruzioni delle lezioni di questa seconda parte degli Esercizi di “Un Corso in Miracoli” fai riferimento alla Lezione 221

Se desideri ricevere le lezioni di “Un Corso in Miracoli” direttamente nella tua casella di posta elettronica, iscriviti qui al servizio https://marinadiwan.com/un-corso-in-miracoli/