LEZIONE 77

IO HO DIRITTO AI MIRACOLI

1. Hai diritto “AI MIRACOLI” in considerazione di “QUELLO” che sei. Riceverai MIRACOLI” in considerazione di “QUELLO” che è DIO. E offrirai “MIRACOLI” perché sei uno con DIO. DI NUOVO, COM’È SEMPLICE LA SALVEZZA! È semplicemente l’affermazione della tua “VERA IDENTITÀ”. È questo che celebriamo oggi!.

2. Il tuo rivendicare “MIRACOLI” non si trova nelle tue illusioni di “TE STESSO”. Non dipende da alcun potere magico che hai ascritto a “TE STESSO”, ne’ ad alcuno dei rituali che hai escogitato. Fa parte della verità di “QUELLO” che sei. È IMPLICITO IN QUELLO CHE E’ DIO TUO PADRE. Era assicurato nella “TUA CREAZIONE”, e garantito “DALLE LEGGI” di DIO.

3. Oggi rivendicheremo “I MIRACOLI” che sono “TUO DIRITTO”, poiché ti appartengono. Ti è stata promessa “PIENA LIBERAZIONE” dal mondo che hai fatto. Ti è stato assicurato che “IL REGNO” di DIO è dentro di te, e non potrà mai essere perduto. Non chiediamo più di quanto “IN VERITÀ” ci appartiene. Oggi, tuttavia, ci assicureremo anche di non accontentarci di niente di meno.

4. Inizia i periodi di pratica più lunghi dicendoti in modo abbastanza fiducioso che hai diritto AI MIRACOLI. Chiedendo gli occhi, ricorda a “TE STESSO” che stai solo chiedendo quello che è TUO a pieno diritto. Ricordati anche che “I MIRACOLI” non sono mai presi da uno e dati ad un altro, e che rivendicando i “TUOI DIRITTI” stai sostenendo i diritti di tutti. “I MIRACOLI” non obbediscono alle leggi di questo mondo. Essi provengono semplicemente “DALLE LEGGI” di DIO.

5. Dopo questa breve fase introduttiva, attendi tranquillamente la certezza che la tua richiesta “VERRÀ ESAUDITA”. Hai chiesto “LA SALVEZZA” del mondo e la tua. Hai chiesto che ti venisse dato “IL MEZZO” col quale compiere “QUESTO”. Non puoi non esserne certo! Non stai chiedendo altro che sia fatta “LA VOLONTÀ” di DIO.

6. Nel “FARE QUESTO”, non stai in realtà chiedendo nulla. Affermi “UN FATTO” che non può essere negato. Lo Spirito Santo non può che assicurarti che la tua richiesta “SARA’ ESAUDITA”. Che hai accettato è “UN FATTO” e deve essere così! Oggi non c’è spazio per il dubbio e l’incertezza. Finalmente stiamo facendo una “DOMANDA REALE”. “LA RISPOSTA” è una semplice affermazione di un semplice fatto. Riceverai la certezza che cerchi.

7. I nostri periodi di pratica più corti saranno frequenti, e saranno anche dedicati a ricordare “UN FATTO” semplice. Oggi dì spesso a te stesso:

IO HO DIRITTO AI MIRACOLI.

Chiedili ogniqualvolta emerge una situazione in cui sono “RICHIESTI”. Riconoscerai queste situazioni. E siccome non fai assegnamento su “TE STESSO” per trovare “IL MIRACOLO”, hai pieno diritto a riceverlo ogni volta che “LO CHIEDI”.

8. Ricordati anche, di non accontentarti di meno che della “RISPOSTA PERFETTA”. Qualora ti trovassi in tentazione, sii rapido nel dire a TE STESSO:

NON BARATTERÒ I MIRACOLI CON I RANCORI.

VOGLIO SOLO QUELLO CHE MI APPARTIENE.

DIO HA STABILITO CHE I MIRACOLI FOSSERO UN MIO DIRITTO.

Per le istruzioni delle lezioni di questa prima parte degli Esercizi di “Un Corso in Miracoli” fai riferimento all’Introduzione che trovi alla Lezione 1

Se desideri ricevere le lezioni di “Un Corso in Miracoli” direttamente nella tua casella di posta elettronica, iscriviti qui al servizio https://marinadiwan.com/un-corso-in-miracoli/